Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

domenica 29 gennaio 2012


Finalmente sono riuscita a fotografare le mie due amiche a quattro zampe  e oggi voglio presentarvele ...


 
... lei è Patty.

Le abbiamo dato questo nome  perché era così piccola che sembrava una patatina e vive con noi dal 2001.

 
... lei invece è Miagolina.

E’ stata chiamata così perché non fa altro che miagolare  e vive con noi da circa 3 anni.
Tutte e due sono arrivate a casa nostra per puro caso ed ora sono parte integrante della famiglia.
Patty faceva parte di una cucciolata di cinque cagnolini ed era stata messa da parte dalla mamma a causa delle sue condizioni precarie.
Nel momento stesso in cui ci siamo resi conto del problema, abbiamo iniziato a prenderci cura dell’intera cucciolata e in maniera particolare di lei, curandola e viziandola fino ad affezionarci a tal punto da decidere di portarla via con noi.
E’ cresciuta a carezze e coccole, è diventata grande  e sana come un pesce e non siamo affatto pentiti di quella decisione.
Anche Miagolina ha una sua storia.
Tutto è in iniziato nel momento in cui, a causa della sua magrezza e dei suoi bellissimi occhi (uno verde e uno azzurro), le abbiamo offerto del cibo e una cesta imbottita in cui dormire davanti al portone.
Poi è arrivato l’inverno e allora di  comune  accordo si è deciso che era meglio farla stare  al calduccio nel garage e lì, una notte, ha dato alla luce due micini: Minou e Matisse.
Vista poi la grande difficoltà a sistemare i due micetti (nonostante li avessimo prima svezzati), abbiamo deciso che se era nostra intenzione tenerla, sarebbe stato il caso di farla sterilizzare e così, il giorno dell’intervento, per tenerla meglio sotto osservazione, le abbiamo permesso si salire in casa.
Da quel giorno è diventata la  padrona incontrastata di sedie, cuscini e coperte, anche se, nonostante tutto, non  è riuscita a perdere  il suo spirito libero, infatti non fa altro che entrare e uscire a suo piacimento. 
Credo sia palese l’immenso amore  che provo per gli animali e che proprio in virtù di questo, non riesco minimamente ad immaginare come sarebbero la mia vita e la mia casa senza Patty e Miagolina.


mercoledì 25 gennaio 2012



Questa mattina mi sono resa conto subito che stava nevicando, perché c'era un silenzio fuori dal normale.
La curiosità di andare a controllare era tanta, ma la voglia di uscire fuori dal tepore delle coperte molta meno, e allora ho aspettato che fosse mio marito, una volta alzato, a darmene conferma.
Sinceramente, quando ho aperto la finestra, speravo ci fosse molta più neve ... forse perché nella mia mente sono sempre vive quelle belle nevicate di una volta, quelle abbondanti in cui la neve ti arrivava alle ginocchia, quelle che ti rendevano difficile uscire di casa (a meno che non ti armavi di buona volontà e di pala per poter aprire un varco), quelle che oggi quando la neve spolvera leggermente il paesaggio posso solo ricordare e raccontare.
Comunque sia, una cosa è certa ... quando fuori nevica è sempre un bel vedere  ...
... e a me, ha sempre affascinato quel candore del paesaggio innevato e quell' effetto cristallo sui rami degli alberi spogli ...



A proposito, quello nella foto in alto è uno squarcio del "mio" giardino innevato!


venerdì 20 gennaio 2012




E’ un periodaccio, non faccio altro che andare di corsa, e il tempo disponibile da ritagliare per il mio blog è sempre meno (anche se si cucina e si mangia tutti i giorni).

Come vi ho confidato qualche tempo fa, sto aiutando mio figlio ad aprire uno studio di tatuaggi e non potete immaginare i passi che stiamo facendo per iniziare i lavori di sistemazione del locale preso in affitto.

File negli uffici, preventivi, allacci, materiali, arredamenti, insomma, per farla breve, ancora non riusciamo a venirne a capo, ogni giorno esce qualcosa di nuovo e siamo davvero stressati.

Stasera  pare che si sia aperto uno spiraglio di luce e che si sia creata la possibilità che a breve possano iniziare i lavori e, a me, non resta altro che incrociare le dita e sperare che il sogno di mio figlio possa diventare al più presto realtà.


Questo è il “primo” tatuaggio che mi ha fatto mio figlio Marco, il prossimo, sarà una piuma.
Se vi fa piacere vedere qualche altro lavoro fatto da Marco, visitate il suo profilo Facebook: 

lunedì 2 gennaio 2012

CHIFFERINI TIROLESI … A MODO MIO




Ingredienti:
·         400 grammi di pasta formato chifferini  (conchigliette)
·         4 wurstel
·         1 rametto di rosmarino
·         2  foglie di salvia
·         1 ciuffetto di prezzemolo
·         2 foglie di basilico
·         1 cipolla
·         1 spicchio d’aglio
·         1 dado
·         vino bianco q.b.
·         3 cucchiai di olio e.v.o.
·         50 grammi di burro
·         sale



Preparazione:
Prendete la cipolla, sbucciatela e tritatela molto sottilmente (oppure frullatela in un mixer riducendola quasi in  crema).  
Mettete in una padella salta pasta, il burro, l’olio e l’aglio sbucciato e, quando  quest’ultimo risulterà leggermente dorato, schiacciatelo con il dorso di un cucchiaio e levatelo dal recipiente.

Versate nel condimento la cipolla precedentemente tritata e lasciatela appassire a fuoco bassissimo per 15 -20 minuti, aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda. 


Nel frattempo, lavate e tritate finemente le erbe aromatiche, aggiungetele alle cipolle e continuate a cuocere a recipiente coperto  ancora per 10 minuti.




Insaporite con il dado sbriciolato, aggiungete  i wurstel tagliati a rondelle e sfumate con il vino bianco. Lasciate completamente evaporare e proseguite la cottura  per altri 6-7 minuti.

Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e, non appena avrà preso il bollore, salatela, tuffatevi dentro i chifferini e lasciateli cuocere secondo il tempo indicato sulla confezione.
A cottura ultimata, scolateli, conditeli  velocemente con il sugo preparato, impiattateli e serviteli subito in tavola.





  
AUGURI, AUGURI e ancora AUGURI di Buon Anno … e che questo 2012 porti a tutti voi salute, felicità, amore e  tanta, tanta,  tanta fortuna !!!!

Approfitto di questo angolo, per postarvi le foto della tavola  del pranzo del 1° gennaio 2012 ed il relativo menù.

Con un  pò di calma pubblicherò anche le foto dei piatti e poi, di nuovo alla normalità, con tante ricettine e qualche chiacchiera in cucina !!!

  
  
  
  
  

 Il centrotavola è un'altra mia creazione!

 
 Menù del  "Pranzo di Capodanno"

Aperitivo:
Moscato dolce alla melagrana


Antipasto:
Bacchetta magica di sfoglia con prosciutto cotto e formaggio fondente
Girelle di sfoglia con grana e mandorle
Cornettini di sfoglia con robiola e salmone
Frittelline di baccalà
Olive verdi
Cipolline borretane
Soppressata a fette
Sfogliatine a forma di stellina, albero di Natale e pupazzo di neve



Piatto unico:
Arrosto  misto alla brace (salsiccia, torcinelli e spiedini) con contorno di patate al burro




Frutta:
Mandarini, mele, pere, kiwi e banane
Dolce:
Torta albero di Natale con farcia di crema all’ananas



AUGURI!!!