Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

giovedì 31 maggio 2012

TAGLIATELLE AL RAGU’ “DI POLPETTINE”




Ingredienti per le polpettine:

·         200 grammi di carne di suino macinata
·         1 tuorlo d’uovo
·         2 cucchiai di grana grattugiato
·         un pizzico di aglio in polvere
·         sale q.b.
·         pangrattato q.b.



Per il ragù:
·         ½ cipolla di Tropea (piccola)
·         4 cucchiai di olio e.v.o.
·         un pezzetto di dado
·         1 bottiglia di passata di pomodoro
·         2 foglie di basilico fresco
·         polpettine 



Per le tagliatelle:
·         300 grammi di semola di grano duro rimacinata
·         3 uova
·         20 grammi di olio e.v.o. 



Per guarnire:
·         1 uovo sodo tagliato a fettine sottili




Preparazione:
Prima di tutto, iniziate a preparare le polpettine.
Mettete la carne macinata in una ciotola, aggiungete man mano il tuorlo, il grana grattugiato, l’aglio in polvere, il sale e il pangrattato quanto basta, e poi mescolate il tutto, fino ad ottenere un composto sostenuto e omogeneo.



Con le mani inumidite, preparate (con tanta pazienza) tante polpettine della grandezza di una nocciola e allineatele, senza farle sovrapporre, su un  vassoio foderato con carta forno.

Copritele con un altro foglio di carta forno e mettetele a semi-congelare nel frezeer.
Iniziate ora a preparare il ragù.
Mondate la cipolla, tritatela sottilmente, sistematela in una padella salta pasta con l’olio e il dado sbriciolato e lasciatela brasare a fuoco basso, aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.

Non appena questa risulterà bella morbida e colorita, aggiungete la passata di pomodoro e le foglie di basilico, coperchiate e lasciate cuocere per una mezz’ora.

Trascorso questo tempo, controllate il ragù e versatevi in un solo colpo, le polpettine semi-congelate.


Mescolate il tutto con molta delicatezza e proseguite la cottura, sempre a fiamma bassa, fino ad ottenere un condimento denso e profumato.

Mentre il ragù “pappoleia” iniziate a preparare le tagliatelle.
Versate la farina a pioggia sulla spianatoia, fate un buco nel centro e sgusciatevi dentro le uova; sbattetele un pochino con la forchetta e poi amalgamatele uniformemente alla farina.
Impastare poi con le mani fino ad ottenere un impasto liscio, formate una palla e ponetela a riposare in frigorifero, avvolta nella pellicola trasparente per almeno mezz’ora.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto dal frigo, suddividetelo in pezzi e stendetelo con la macchinetta sfogliatrice dalla trafila numero 1 a quella numero 5.




Una volta pronte tutte le sfoglie, montate sulla macchinetta l’accessorio taglia-formato, e iniziate a confezionare le vostre tagliatelle.

Man mano che sono pronte, passatele in un velo di farina, adagiatele senza farle sovrapporre su dei vassoio infarinati e lasciatele asciugare.


Con l’aiuto di un mestolino, trasferite parte del ragù e delle polpette in una salsiera e lasciate la restante parte nella padella.
Poi, ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua, salatela, e a bollore, tuffatevi le tagliatelle.
A cottura ultimata, scolatele, versatele nella padella con il ragù ed amalgamatele al condimento con molta delicatezza.
Porzionate, irrorate ogni piatto con un mestolino di ragù e abbondanti polpettine, guarnite con delle fettine di uovo sodo, spolverizzate a piacere con del grana grattugiato e servite.

mercoledì 23 maggio 2012

TORTA DI RISO CARAMELLATA CON ANANAS E NOCI



 
Ingredienti:
·         750 grammi di latte
·         200 grammi di zucchero semolato
·         1 bustina di vanillina
·         150 grammi di riso
·         un pizzico di sale fino
·         80 grammi di cocco essiccato
·         30 grammi di burro
·         un dito di rum
·         1 uovo intero e 2 tuorli
·         1 barattolo di ananas sciroppato
·         qualche gheriglio di noce




Preparazione:
Versate in una capace casseruola, il latte, 100 grammi di zucchero, la vanillina, il riso e il sale e ponete su fuoco basso.



Non appena il riso avrà assorbito quasi completamente il latte, togliete la casseruola dal fuoco ed aggiungete il cocco essiccato, il burro e il rum.



Mescolate bene, lasciate intiepidire e poi aggiungete le uova.

Amalgamate delicatamente con una spatola e mettete da parte.
Distribuite lo zucchero rimasto sul fondo di una tortiera di 26 centimetri di diametro precedentemente rivestita con carta forno, unitevi il cucchiaio di acqua e lasciate caramellare.

Una volta pronto il caramello, sistematevi sopra una accanto all'altra, le fette di ananas precedentemente scolate dal liquido di conservazione.


Infilate poi, nel foro centrale di ognuna mezzo gheriglio di noce e negli spazi rimasti vuoti metà della metà.
Trasferite sulla raggiera di frutta il composto di riso precedentemente preparato, livellatelo con il dorso di un cucchiaio e ponete a cuocere in forno caldo a 180° per 45 minuti.


Trascorso questo tempo, sfornate, rovesciate su un piatto da portata, spennellate con acqua fredda la carta forno e rimuovetela in modo che il dolce possa staccarsi senza rovinarsi.

Lasciate raffreddare, coprite con una campana copri dolce e mettete in frigorifero per almeno 3 ore (meglio se tutta una notte) ; dopodichè tagliate a fette e servite.





sabato 19 maggio 2012

BACI DI PANTELLERIA (a modo mio)




Ingredienti per la pastella:
·         1 uovo intero
·         1 cucchiaino di zucchero semolato
·         ½  cucchiaino di zucchero vanigliato
·         150 grammi di farina 00
·         un pizzico di sale
·         200 grammi di latte alta qualità




Per il ripieno:
·         500 grammi di ricotta fresca bella asciutta
·         150 grammi di zucchero semolato
·         2 cucchiaini di zucchero a velo vanigliato
·         la buccia di un piccolo limone grattugiata
·         due pizzichi di cannella in polvere
·         macedonia di frutta candita a cubetti in quantità a piacere (oppure gocce di cioccolato)
  

Inoltre:
·         formine per frittelle (stella - farfalla - fiore)
·         olio di semi di arachidi per friggere
·         zucchero a velo vanigliato q.b. 





Preparazione:
Rompete l’uovo in una ciotola, unite lo zucchero semolato e quello vanigliato e mescolate bene il tutto.


Aggiungete poca alla volta la farina setacciata con il sale e diluite con il latte fino ad ottenere una pastella  liscia e semiliquida che lascerete riposare per circa una oretta.


Mentre la pastella riposa, iniziate a preparare il ripieno.
Setacciate la ricotta in una capace ciotola, unite lo zucchero semolato e quello vanigliato ed amalgamate bene il tutto.

Profumate con  la buccia di limone sottilmente grattugiata e la cannella e mescolate ancora.
Incorporate da ultimi i cubetti di macedonia candita (o le gocce di cioccolato), amalgamate bene, coprite, e mettete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

A questo punto, iniziate a preparare le frittelle.

Ponete a scaldare l’olio in una capace padella per fritti e, non appena risulterà ben caldo, intingetevi gli stampini lasciando i manici  appoggiati sul bordo.

Una volta caldi, prendetene  uno alla volta per il manico e passateli nella ciotola della pastella.

Intingeteli 2-3 volte di seguito (o comunque fino a quando la pastella non aderirà perfettamente sulla forma calda) facendo ben attenzione a non oltrepassare il bordo altrimenti le  frittelle non riusciranno a staccarsi dagli stampi.

Rimetteteli nell’olio e, aiutandovi con il manico roteateli un pochino; dopo qualche secondo, come per magia, vedrete le vostre frittelle aprirsi e staccarsi dagli stampi.
Rigiratele delicatamente con una pinza (o con una forchetta) e, quando risulteranno dorate in modo uniforme, scolatele e ponetele a perdere unto su un vassoio foderato con carta assorbente da cucina.

Procedete alla stessa maniera utilizzando tutte e tre le forme e terminando completamente il composto.

Una volta che tutte le frittelle saranno pronte e belle fredde, allineatele in un solo strato su un vassoio e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo.


A questo punto, iniziare aa assemblare i vostri baci. 

Prendete una frittella alla volta tra le mani e spalmate, sulla parte scanalata, un abbondante strato di crema alla ricotta.


Ricoprite con un’altra frittella della stessa forma (sempre sullo stesso lato) e comprimete leggermente affinchè  un po’ del ripieno fuoriesca dai buchetti in superficie.

Spolverizzate con altro zucchero a velo, disponete i "baci" su una bella alzatina da portata e servite.




P.S. Questi dolcini risulteranno croccanti se mangiati subito, morbidosi  se tenuti un po’ di più (questo per effetto della ricotta che con il tempo tende ad inumidire la frittella).

Comunque sia posso assicurarvi che in entrambi i casi sono buonissimi!!