Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

lunedì 25 agosto 2014

GNOCCHI AL RAGU’ DI CALAMARI



Ingredienti per il ragù:


  • ½ cipolla

     

  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • un pezzetto di dado sbriciolato
  • 5 grossi  calamari
      

  • ½ bicchiere di brodetto di pesce
  • un goccio di Brandy
  • 1 barattolo di pomodori a pezzetti
         

  • un ciuffetto  di prezzemolo fresco

      

  • un ciuffetto di basilico fresco






Per gli gnocchi:


  • 200 grammi di semola di grano duro
  • 100 grammi di farina 00
      

  • 75 grammi di polpa di patata  (lessata al dente)

      

  • acqua q.b.






Preparazione:

Mondate la cipolla, tritatela sottilmente, e ponetela a soffriggere in una padella antiaderente insieme all'olio e al dado sbriciolato, aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.



Prendete i calamari e sciacquateli uno alla volta sotto il getto dell’acqua corrente.

Separate i mantelli (o sacche) dalle teste e mettete da parte quest’ultime per un’altra preparazione (io le ho pastellate e fritte).

Sempre con le mani, estraete  da ogni mantello la penna di cartilagine trasparente e il sacchetto delle interiora e poi risciacquate con cura sotto al getto dell’acqua corrente.

Con molta delicatezza, eliminate la pellicina esterna (fate attenzione a non fare rompere le sacche), sciacquate ancora, scolate e ponete in una ciotola.


A questo punto, allineatele ordinatamente su un tagliere pulito ed apritele su un lato, a libro.


Dividete ognuna in due parti uguali e riducetele in listarelle di circa 1,5 centimetri di larghezza.



Controllate la cipolla e, non appena risulterà bella morbida e colorita, aggiungetevi i calamari.



Mescolate il tutto con una spatola, lasciate rosolare per qualche minuto e poi insaporite con il brodetto di pesce (io lo tengo sempre pronto in congelatore e lo scongelo all'occorrenza).




Lasciate sobbollire per qualche minuto, sfumate con il Brandy, mescolate e lasciate evaporare.





Aprite il barattolo dei pomodori e versate il contenuto in una ciotola.



Aggiungeteli ai calamari e mescolate con cura.




Unite il prezzemolo e il basilico e lasciate cuocere a recipiente coperto fino a quando non otterrete un ragù denso e profumato.




Nel frattempo che  il ragù cuoce, iniziate a preparare l’impasto per gli gnocchi.

Pelate la patata, grattugiatela sottilmente e lasciatela asciugare all'aria per una mezz'ora.

Trascorso questo tempo, aggiungete le due farine e l’acqua in quantità quanto basta per ottenere un composto liscio e abbastanza compatto (qualora dovesse risultare morbido ed appiccicoso, aggiungete altra farina ed impastate fino ad ottenere la giusta consistenza), dopodichè, formate un panetto e sistematelo su un piattino infarinato.



A  questo punto, iniziate a confezionare i vostri gnocchi.

Prelevate dal panetto dei piccoli pezzi di impasto e stendeteli sul piano di lavoro formando dei salsicciotti dello spessore di un dito mignolo.



Riduceteli in tocchetti il più possibile della stessa lunghezza, passateli velocemente in un velo di farina e poi passate alla fase rigatura.




Appoggiate un tocchetto alla volta sui rebbi di una forchetta (oppure sull'apposita assetta arriccia gnocchi), schiacciatelo al centro con il dito indice in modo da ricavare una fossetta e poi strisciatelo praticando una leggera pressione.





Man mano che gli gnocchi saranno pronti, sistemateli su dei vassoi leggermente infarinati e lasciateli asciugare.




A questo punto, controllate il ragù, e se avrà raggiunto la giusta densità, ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua.



Una volta giunta a bollore, salatela e tuffatevi gli gnocchi.

Non appena questi  risaliranno a galla, scolateli con una schiumarola,  versateli  in un colapasta in modo da renderli belli asciutti e poi trasferiteli nella padella con il condimento.





Mescolate il tutto con molta delicatezza, impiattate e servite in tavola.







martedì 19 agosto 2014

SPIEDINI DI POLLO FINGER FOOD


Ingredienti:
  • 1 petto di pollo intero
      
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • il succo di 1 limone
      
  • aromi misti essicati (salvia, rosmarino, prezzemolo, aglio, pepe, ecc.)




Per l’impanatura e la finitura:
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • farina di mais per panature q.b.
  • pangrattato q.b.

  • spiedini di legno




Per i bastoncelli di patate croccanti al burro:
  • 3 patate di media grandezza
     
  • 1 grossa noce di burro
     
  • un pezzetto di dado sbriciolato
  • un pizzico di aglio in polvere





Preparazione:

Ponete il petto di pollo su un tagliere ed eliminate accuratamente le pellicine e gli eventuali ossicini.
Dividetelo in due parti uguali e poi, con un coltello ben affilato, riducetelo, per il lungo, in tante listarelle regolari.


Man mano che saranno pronte, sistematele ordinatamente in un piatto.


Salatele, mescolatele uniformemente con le mani e mettetele da parte.


Versate in un sacchetto per alimenti  piuttosto capiente l’olio extravergine d’oliva in quantità quanto basta a marinare la carne e il succo di limone spremuto.


Mescolate brevemente e poi inserite, poche per volta, le listarelle di pollo.
Unite il misto spezie e mescolate il tutto agitando bene il sacchetto.



Richiudetelo sommariamente, ponetelo su un piatto e lasciate marinare la carne per almeno due ore.

Nel frattempo iniziate a preparare le patate.

Pelatele, lavatele sotto l'acqua corrente, asciugatele con cura e infine, allineatele su un tagliere. 


Con l'aiuto di un coltello ben affilato, riducetele prima in fette spesse e poi in tanti bastoncelli regolari.



Mettete da parte e, nel frattempo, ponete a sciogliere il burro in una capace padella antiaderente. 


Non appena questo risulterà ben caldo, versatevi in un solo colpo le patate.


Insaporitele con il dado sbriciolato e l'aglio in polvere, mescolatele con cura e poi lasciatele cuocere a fiamma medio-bassa, roteando di tanto in tanto la padella in modo da farle cuocere e colorire in modo uniforme.



Nel frattempo che le patate cuocionoiniziate a preparare l'impanatura per i vostri spiedini.

Sistemate un foglio di carta da cucina sul piano di lavoro e, su questo, ponete uno strato di pangrattato, uno di farina di mais (mia aggiunta) e uno di parmigiano grattugiato. 


Mescolate bene con le mani e mettete momentaneamente da parte.

 

A questo punto, iniziate ad assemblare i vostri spiedini.

Prelevate una listarella di pollo per volta dal sacchetto ed infilatela a fisarmonica su uno spiedino di legno (io ne ho messe due per ognuno).



Allargate un pochino la carne e poi rotolate lo spiedino nel mix prima preparato facendo in modo che l'impanatura lo rivesta in modo uniforme.



Proseguite allo stesso modo fino ad esaurimento degli ingredienti e, man mano che gli spiedini saranno pronti, sistemateli ordinatamente in una teglia rettangolare precedentemente foderata con un foglio di carta forno.



Irrorateli con un filo d’olio extravergine d’oliva e ponete in forno caldo a 180° per 15 - 20 minuti o comunque fino a cottura e doratura uniforme (la mia amica Paola invece, li ha cotti in una capace padella antiaderente unta d’olio e li ha rigirati spesso in modo da farli cuocere uniformemente su tutti i lati).


A cottura ultimata  sfornateli, sistemateli ordinatamente su un piatto da portata (io li ho inseriti in un supporto di ceramica forato) e serviteli con i bastoncelli di patate croccanti al burro. 




Tengo a precisare che questa non è una mia creazione, ma una ricetta che ho attinto dal blog di “Paola” una bravissima blogger che ho il piacere di seguire da diverso tempo.


Vi lascio di seguito l’indirizzo del suo Blog:


 e quello del “link” relativo ai suoi “Spiedini di pollo Finger Food”:



Se qualcuna/o di Voi ancora non la conoscesse e non sapesse della sua grande passione per la cucina, vi consiglio di passare a dare una sbirciatina alle sue ricette perché ne vale davvero la pena!!

Voglio inoltre ricordarvi che con gli “Spiedini di pollo Finger Food”, prosegue la mia iniziativa relativa alle “Ricette Amiche”.

In questa mia nuova etichetta, continuerò ad annotare tutte quelle ricette appuntate nel tempo e provate, ma solo e soltanto previa autorizzazione delle amiche o degli amici blogger dai cui Blog vengono attinte.

Un caro abbraccio e … alla prossima ricetta

Carmen