Chiacchiere in cucina

Chiacchiere in cucina

venerdì 30 gennaio 2015

BOCCONCINI DI PEPERONI



Ingredienti:

  • 6 peperoni gialli (più o meno della stessa dimensione)
      





Per il ripieno a base di carne:

  • 200 grammi di macinato di suino

      
  • 1 uovo piccolo
      
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • sale fino q.b.
  • un pizzico di aglio in polvere






Per l’intingolo a base di patate:

  • 2 patate lesse (di medie dimensioni)

      
  • una noce di burro
      
  • un pezzetto di cipolla bianca
      
  • un pezzetto di dado sbriciolato
  • una manciata di grana grattugiato






Inoltre:

  • 6 fettine sottili di speck
  • provolone piccante a julienne q.b.
   






Per la finitura e decorazione:

  • pangrattato q.b.
  • ciuffetti di prezzemolo fresco







Preparazione:

Ponete in una ciotola il macinato, l’uovo intero, il sale, l’aglio in polvere e il grana grattugiato e mescolate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto sostenuto ed omogeneo.



Raccoglietelo in un panetto e ponetelo in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.


A questo punto prendete i peperoni, lavateli sotto il getto dell’acqua corrente ed asciugateli accuratamente con un telo pulito.


Allineateli sulla gratella del forno precedentemente ricoperta con un foglio di alluminio e arrostiteli a 250° per 30 - 35 minuti rigirandoli di tanto in tanto.


Quando la pellicina che li ricopre risulterà leggermente bruciacchiata, estraeteli dal forno, copriteli (questo passaggio serve per facilitare la spellatura) e teneteli momentaneamente da parte.


Non appena si saranno raffreddati, asportate i peduncoli verdi e spellateli stando ben attente a non farli rompere.


Apriteli con molta delicatezza, eliminate i semi e i filamenti interni e riduceteli in 12 falde (2 per ogni peperone).

Disponetele leggermente sovrapposte tra loro in un piatto piano e mettetele da parte.


Preparate ora l’intingolo a base di patate.

Ponete in una padella antiaderente il burro, la cipolla finemente tritata e il dado sbriciolato e lasciate soffriggere il tutto a fiamma bassa aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.


Nel frattempo, pelate le patate e, con l’aiuto di una grattugia a fori larghi, riducetele a julienne.




Non appena la cipolla risulterà bella morbida e colorita, unite le patate e lasciate rosolare a fiamma bassa mescolando spesso con una spatola.




Quando risulteranno belle dorate e croccanti, spolverizzatele con una manciata di grana grattugiato, mescolatele con cura e lasciatele raffreddare.



Intanto riprendete il composto a base di macinato dal frigorifero e travasatelo sul piano di lavoro precedentemente foderato con un foglio di carta forno.


Ricavate da questo 12 piccole schiacciatine rotonde e mettetele da parte.


Sistemate sul piano di lavoro un altro foglio di carta forno ed adagiatevi sopra ben allineate ed aperte, le falde di peperone.


Salatele, e disponete al centro di ognuna una schiacciatina di macinato.



Ponete le fettine di speck su un tagliere e dividetele in due parti uguali.

Disponetele  su ogni schiacciatina e poi ricopritele con le patate
prima preparate.



Spolverizzatevi sopra il provolone piccante e richiudete con cura fino ad ottenere dei piccoli bocconcini.



Prelevateli uno alla volta e spolverizzateli con il pangrattato. .


Man mano che saranno pronti, disponeteli ordinatamente in una teglia rettangolare foderata con carta forno, irrorateli con un filo d’olio extravergine d’oliva e decorateli con delle foglioline di prezzemolo.



Ponete la teglia in forno caldo a 190° e lasciate cuocere per circa 30 minuti o comunque fino a quando i bocconcini non risulteranno belli dorati e croccanti.


Sfornate, disponete su un piatto da portata, decorate a piacere con ciuffetti di prezzemolo fresco e un pomodorino ciliegia e servite.



Questi erano i famosi bocconcini di peperoni di cui vi avevo parlato in questo link:


a noi sono piaciuti tantissimo, spero tanto piacciano anche a voi!!!




sabato 24 gennaio 2015

BIETOLA IMBOTTITA



Ingredienti:

  • 250 grammi di bietola lessa
      

  • 200 grammi di brodo vegetale già pronto
  • 100 grammi di prosciutto cotto a fette sottili
      
  • 100 grammi di formaggio Gouda
    
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 noce di burro
      
  • un pezzetto di porro
      
  • un pezzetto di dado sbriciolato







Per le polpettine:

  • 200 grammi di carne di suino macinata
      
  • 2 cucchiai colmi di parmigiano grattugiato
  • 1 tuorlo d’uovo
      
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di aglio in polvere
  • pangrattato q.b.
  • 150 grammi di brodo vegetale già pronto






Per l’intingolo:

  • 2 uova intere
      
  • sale fino q.b.
  • un pizzico di aglio in polvere
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • latte q.b.
      





Per la teglia:

  • burro q.b.
     
  • mix di pangrattato e farina di mais per panature






Per la finitura:

  • parmigiano grattugiato q.b.
  • farina di mais per panature q.b.
  • 1 fettina di Gouda
      
  • 2 rametti di rosmarino fresco







Preparazione:

Versate i 200 grammi di brodo vegetale in un tegame, ponete sul fuoco e, una volta a bollore, tuffatevi la bietola.




Lasciatela insaporire per qualche minuto dopodichè scolatela e tagliuzzatela  in modo grossolano con l’aiuto di un paio di forbici.



Sistematela in una capace insalatiera, insaporitela con l’aglio in polvere e, se occorre, con un po’ di sale e mescolate con cura.


Mettete da parte e intanto iniziate a preparare il composto per le polpettine.

Ponete in una ciotola il macinato, il tuorlo d’uovo, il sale, l’aglio in polvere e il parmigiano grattugiato e mescolate il tutto con le mani.



Unite il pangrattato in quantità quanto basta per ottenere un composto sostenuto ed omogeneo e poi, con le mani leggermente inumidite, confezionate delle polpettine della grandezza di una nocciola.



Allineatele senza farle sovrapporre su un vassoio foderato con un foglio di carta forno e mettetele da parte.


Scaldate i 150 grammi di brodo vegetale in un pentolino e, una volta a bollore, tuffatevi dentro le polpettine.



Portatele a cottura, scolatele e ponetele a raffreddare in una ciotola.



Nel frattempo, iniziate a preparare l’intingolo.

Versate in una ciotola le uova, il sale, l’aglio in polvere, il parmigiano grattugiato e  un goccio di latte.


Sbattete energicamente il tutto con una forchetta e mettete da parte.


Ponete il prosciutto cotto su un tagliere, riducetelo a pezzetti e versatelo nella ciotola con la bietola.



Prendete il formaggio (tenetene da parte una fettina per la decorazione finale), cubettatelo e versate anche questo nella ciotola.



Unite il parmigiano grattugiato, girate con la spatola e mettete nuovamente da parte.



Mettete la noce di burro in una padella antiaderente e ponetela a sciogliere su fiamma bassa.


Affettate sottilmente il porro, versatelo nel burro fuso insieme al dado sbriciolato e lasciatelo rosolare a fiamma bassa aggiungendo di tanto in tanto un goccio di acqua calda.



Non appena risulterà bello morbido e colorito, aggiungetelo con tutto il liquido di cottura nella ciotola con il ripieno e mescolate bene il tutto.




Unite le polpettine fredde e mescolate con delicatezza.



Incorporate l’intingolo a base d’uova ed amalgamate con cura.



A questo punto, imburrate e spolverizzate il fondo e i bordi di una pirofila da forno rettangolare di 25 x 16 centimetri con il mix di pangrattato e farina di mais per panature.


Versatevi dentro la bietola con il suo ripieno e livellatela con l'aiuto di una spatola.



Spolverizzate sulla superficie una manciata di parmigiano grattugiato e una di farina di mais per panature e coprite con un foglio di alluminio.




Sistemate la teglia in forno caldo a 200° e lasciate cuocere a recipiente coperto per 15 minuti.

Trascorso questo tempo, eliminate l’alluminio e proseguite la cottura ancora per 20 minuti o comunque fino a quando la superficie non risulterà bella dorata e croccante.

A cottura ultimata, sfornate, ponete su una gratella e lasciate intiepidire.

Preparate le decorazioni con la fettina di formaggio tenuta  da parte e posizionatele a piacere sulla superficie (io ho messo un fiorellino con  una polpettina nel centro, due foglioline e dei rametti di rosmarino fresco).

Portate in tavola nel recipiente di cottura, suddividete in quadrotti e servite.